Le storiche Porte di Agrigento

I portoni spaziano dal IX secolo a metà Ottocento, racchiudendo mille anni di storia, andando dallo stile Gotico a quello Neoclassico.

  • Porta di Ponte: fu costruita nel 1868 sulle rovine della precedente porta con ponte levatoio del 1300 e di origine saracena. Il monumento è in stile neoclassico e presenta lo stemma odierno della città e lo stemma della città greca. La porta di Ponte è l’ingresso monumentale per Via Atenea, detta il salotto della città.
  • Porta Panitteri: riedificata nel IX secolo in Via Empedocle, nei pressi dell’originale, demolita per i lavori legati alla Stazione Centrale. È un arco in stile gotico con accanto una parte dell’antica cinta muraria e un’edicola sacra dedicata alla Madonna del Lume.
  • Porta dei Saccajoli: eretta nel XVI secolo con un arco gotico. Al suo interno venne posta un’edicola sacra offerta alla Madonna del Porto Salvo e più tardi a Santa Lucia. Oggi si mostra in parte interrata, ma in ogni modo visibile e raggiungibile.
  • Porta di Mare: innalzata nel XV secolo, oggi è interrata ma visibile.